Artigianato, design e difesa del mare: il bello di proteggersi si chiama “Love the Sea”

Artigianato, design e difesa del mare: il bello di proteggersi si chiama “Love the Sea”

Grazie alla collaborazione tra Faberlab, Digital Innovation Hub di Confartigianato VareseMG Laboratorio Tessile di Busto Arsizio e l’architetto e designer Giorgio Caporaso è nata una nuova mascherina che rispetta il mare.

Un prodotto diverso che fa bene a noi e all’ambiente perché protegge gli esseri umani dal virus e il mare dall’inquinamento. Un’idea, perché no, anche natalizia: soprattutto quest’anno, i regali sono innovativi ma anche funzionali e responsabili. Proprio come lo è la mascherina “Love the Sea”.

Nata dall’unione di innovazione, artigianato e design “Love the Sea” è una mascherina speciale, lavabile e riutilizzabile in tessuto Carvico e Jersey Lomellina realizzato in ECONYL®, un filo di Nylon 100% rigenerato da materiali di scarto pre e post consumer come le reti da pesca. 

Un tessuto scelto dal designer Giorgio Caporaso che da anni si occupa di progettazione ecosostenibile e di economia circolare e che, in questo percorso di tutela ambientale, ha collaborato con l’imprenditrice Maria Grazia Scianna e il Dih Faberlab,

Scianna, titolare dell’MG Laboratorio Tessile di Busto Arsizio, già durante la durissima primavera della prima ondata di Coronavirus, quando il bisogno mascherine era assoluto e pressante, aveva riconvertito la sua azienda. Faberlab, invece, nella nuova location di Saronno ha incrementato la mission di sostenere processi innovativi all’interno delle aziende.

Le mascherine “Love the Sea” sono mascherine di comunità, che garantiscono un’adeguata sicurezza in situazioni non ad alto rischio della quotidianità.

Esternamente sono realizzate tessuto Carvico e Jersey Lomellina , internamente sono invece dotate di uno strato di un tessuto tecnico altamente performante, il Freedom M1 che, prodotto dalla multinazionale finlandese AhlstromMunksjö, presenta un valore di efficienza di filtrazione batterica (BFE) oltre il 98% ed è usato anche per la produzione di mascherine chirurgiche tipo I, tipo II e tipo IIR secondo la normativa UNI EN 14683:2019.

Le “Love the Sea” possono essere indossate per una giornata intera prima di essere lavate a 60 gradi e poi tranquillamente riutilizzate.

La collaborazione tra una azienda artigiana, un laboratorio innovativo e un designer ha permesso lo studio, lo sviluppo e la produzione delle tantissime varianti di “Love the Sea” con grafiche colorate e alla moda pensate dall’art director Giorgio Caporaso. Qualità, bellezza e responsabilità sono le parole chiave di “Love the Sea”, un tributo al “bello” che protegge. Perché in un momento buio e difficile anche questo può fare la differenza.

“Love the Sea” è in vendita sul sito https://faberlab.bottegheartigianali.it al prezzo di 15 euro.