Author: faberlab

Le imprese stanno con TEDxVarese

[articolo originale qui]
“Tornare a crederci” è possibile. Dopo una crisi che, dal 2008 a oggi, ha cambiato i connotati del modo di fare impresa, ha cambiato abitudini, produzioni, fatturati, mercati e prospettive, “tornare a crederci”, per un’impresa, significa non aver mai smesso di farlo. Non aver mai smesso di credere in sé stessa, nei propri dipendenti e nelle loro competenze, nell’idea da cui tutto è iniziato e da quelle che, con il tempo, hanno garantito continuità produttiva e occupazionale. Nella capacità di migliorare nel rispetto dell’ambiente, della sicurezza, della salute, della prevenzione e della formazione.

Party? Party! Il rilascio della nuova versione di Debian stable, stretch, è stato annunciato per il prossimo 17 giugno, in tutto il mondo la comunità si sta organizzando per festeggiare e noi non potevamo essere da meno. L'appuntamento è per domenica 18 giugno 2017 a partire dalle 14:30 presto il Faberlab di via Europa 4/a a Tradate; alla sera ci sposteremo poi a Varese per la cena, probabilmente presso il ristorante la vecchia Varese.

Gli strumenti del marketing digitale.

Saper disegnare dei cartamodelli è indispensabile per una sarta così come l’utilizzo di una cesoia per un giardiniere. Ma ci sono nuovi utensili che un salone di bellezza così come una sarta, un giardiniere o un impiantista, dovrebbero saper maneggiare così come spazzole, forbici o elisir di bellezza… Parliamo di Marketing Digitale! Pensare oggi di stare sul mercato senza conoscerne gli strumenti, vuol dire rinunciare ad avere nella propria cassetta degli attrezzi, strumenti essenziali così come l’ago e il filo o un cacciavite.

«Intelligente e visionaria, la panchina insegna, suscita, cita (…). Orienta il nostro sguardo e modella il nostro stato d’animo». Michael Jakob, docente all’università di Grenoble, visionario e sorprendente, tratteggia con penna di poeta ciò che, presto (prestissimo), la tecnologia 3D renderà fisico, tridimensionale, futuristico e...

...E il Faberlab piace all’Europa

articolo originale qui
Buon @App(etito). Quando si parla di Italia il buon cibo, la cultura enogastronomica, la dieta mediterranea entrano di diritto anche negli algoritmi alla base delle app e delle tecnologie di nuova generazione. Da qui parte il lavoro dei ragazzi del Liceo “Marie Curie” di Tradate riuniti, venerdì 11 marzo al Faberlab, con alcuni coetanei di Spagna, Portogallo, Grecia, Ungheria e Turchia per il progetto Erasmus plus. E per realizzare, all’interno del progetto europeo di gemellaggio elettronico (della durata di due anni e coordinato dalla Grecia), proprio alcune applicazioni che rendano la vita più semplice e godibile.

Uno dei maggiori problemi nella realizzazione di un plastico di un edificio è creare le curve. Finché ci si ferma alle forme tradizionali, squadrate, geometriche, il gioco è semplice. Quando invece si devono affrontare linee più complesse, sinuose, senza angoli o spigoli, la partita si...