Hub

[articolo originale qui] [gallery columns="4" link="none" ids="14229,14230,14231,14232"] Astrakhan: tremila chilometri. Tanto Elizaveta Ivanova (Lisa), Ekaterina Alexeeva (Katja) e Roman Salekhov sono lontani da casa, nella parte meridionale della Russia europea, sulle sponde del Mar Caspio. I tre studenti universitari di architettura sono atterrati in Italia due settimane fa. Destinazione: Faberlab e le sue stampanti 3D.

[Articolo originale qui]
Fuori dall’Università, quella di Astrakhan, per entrare alla scuola della stampa 3D al Faberlab di Tradate. Roman Salekhov, Elizaveta Ivanova (Lisa) e Ekaterina Alexeeva (Katia) sono russi e giovanissimi. Con un’età media di ventuno anni, e sei ore di areo alle spalle, i tre studenti della facoltà di Architettura e Ingegneria Civile (ma Roman studia anche Design) sono approdati ieri al laboratorio digitale di Confartigianato Imprese Varese per dare il via a quell’accordo siglato tra l’Università russa e l’Associazione varesina nel dicembre 2016

[articolo originale] 
Arriveranno il 4 settembre e rientreranno in patria il 29 con un bagaglio di conoscenze “made in Italy” totalmente orientato alle nuove tecnologie e, in particolare, alle applicazioni della stampa 3D. Sono gli studenti dell’Astrakhan State University of architecture and civil engineering che trascorreranno venticinque giorni tra il condominio Lem di Varese e il laboratorio di prototipazione rapida e stampa 3D Faberlab di Tradate. 

[articolo originale qui] Sulla vecchia via della seta con una forchettona stampata in 3D nel laboratorio digitale Faberlab. Ma che ci fa una forchetta sul tettuccio di un furgoncino Fiat T900 del 1977? Frena la corsa e oppone resistenza all’aria, questo lo sappiamo. Però è anche il simbolo dei quattro Carbonara Mariachi – Gianluca (El tanguero) e Giacomo (L’Indio) hanno 26 anni, Alessandro (Er chicoria) e Andrea (Il bongo) 31 – ormai in viaggio per affrontare una fra le competizioni più impegnative della storia: il Mongol Rally. La sfida, a scopo di beneficenza, è definita come «la più grande avventura del mondo».

Patto tra tecnologia e design nel segno dell’Industria 4.0 a misura di Micro e Piccole imprese. [articolo originale qui] È un percorso inedito quello che, sotto il nome di D-Factor, inaugura una collaborazione fra Faberlab di Confartigianato Imprese Varese e Polifactory (Politecnico di Milano) con il sostegno di Fondazione Bassetti di Milano, VersioneBeta e il supporto...

Le imprese stanno con TEDxVarese

[articolo originale qui]
“Tornare a crederci” è possibile. Dopo una crisi che, dal 2008 a oggi, ha cambiato i connotati del modo di fare impresa, ha cambiato abitudini, produzioni, fatturati, mercati e prospettive, “tornare a crederci”, per un’impresa, significa non aver mai smesso di farlo. Non aver mai smesso di credere in sé stessa, nei propri dipendenti e nelle loro competenze, nell’idea da cui tutto è iniziato e da quelle che, con il tempo, hanno garantito continuità produttiva e occupazionale. Nella capacità di migliorare nel rispetto dell’ambiente, della sicurezza, della salute, della prevenzione e della formazione.

Gli strumenti del marketing digitale.

Saper disegnare dei cartamodelli è indispensabile per una sarta così come l’utilizzo di una cesoia per un giardiniere. Ma ci sono nuovi utensili che un salone di bellezza così come una sarta, un giardiniere o un impiantista, dovrebbero saper maneggiare così come spazzole, forbici o elisir di bellezza… Parliamo di Marketing Digitale! Pensare oggi di stare sul mercato senza conoscerne gli strumenti, vuol dire rinunciare ad avere nella propria cassetta degli attrezzi, strumenti essenziali così come l’ago e il filo o un cacciavite.