Il design e le macchine utensili: un connubio possibile?

Il design e le macchine utensili: un connubio possibile?

Nel mondo delle macchina utensili, fortemente legato agli aspetti tecnologici e funzionali di un prodotto, fino a non molto tempo fa il design era considerato motivo di orgoglio di qualche imprenditore particolarmente dotato di gusto estetico.

Più recentemente, una rinnovata cultura d’impresa che ha saputo, per esempio, trasformare l’officina meccanica da luogo sporco, buio e dall’aria irrespirabile, in ambienti luminosi, puliti, sicuri sotto tutti gli aspetti, ha acceso i riflettori anche sul valore dell’immagine che un’azienda è in grado di dare di sé stessa.

È così che anche la macchina utensile, inserita in un contesto molto diverso rispetto al passato, si è arricchita di un ulteriore contenuto che va oltre sia l’aspetto estetico che prestazionale, stiamo parlando di forza comunicativa.

Di pari passo si è quindi evoluto il concetto di design e il lavoro del designer.

Questo il tema al centro dell’evento dell’evento “Il Design e le macchine utensili: un connubio possibile?” che si svolgerà il prossimo giovedì 29 novembre dalle ore 20,30 in Faberlab.

Programma

Saluti Faberlab

L’evento è in collaborazione con Design Group Italia, uno storico studio milanese che per quasi 50 anni ha rappresentato la storia del miglior design italiano. Uno studio che ha saputo rinnovarsi crescendo costantemente fino ospitare più di 70 persone di diverse nazionalità e competenze che oggi collaborano con le più grandi multinazionali al mondo. Tra loro clienti ci sono Negri Bossi, SCM, Kone, 3M ed ABB.

La  presenza di Design Group Italia  permetterà  di ribadire come il design sia una risorsa a 360°. Molte imprese e persone hanno ancora un’idea “riduttiva” del design (ossia desing = confezione, forma, estetica), in tal modo non percepiscono le opportunità che un utilizzo del design come vettore dell’innovazione all’interno di tutte le fasi aziendali e come possa essere veramente un vantaggio competitivo per le aziende. L’impressione è che tale approccio sia più compreso dalle grandi aziende, mente le medie e piccole faticano ancora.

Design Group Italia presenterà i diversi casi, frutto della loro collaborazione con numerose aziende, che mostreranno l’applicazione di un approccio design oriented anche ad un settore industriale “atipico”. Da questo punto di vista e il settore delle macchine utensili (uno dei settori per cui l’Italia è il secondo paese manifatturiero in Europa) rappresenta un campo dove nei prossimi anni, anche grazie alle tecnologie digitali, la dimensione design diventerà strategica (si pensi da esempio, fra le altre cose, al tema delle interfacce di comunicazione). E le aziende che lo capiranno prima, saranno avvantaggiate. Design Group Italia, infatti, grazie alla sua particolare attenzione ai dettagli, è riconosciuta come in grado di soddisfare in pieno le sempre più esigenti richieste della propria clientela. La gamma di prodotti studiati per ogni tipo applicazione la rende una tra le aziende del settore più riconosciute a livello mondiale.