Impresa 4.0: il digitale attrae le aziende varesine

Impresa 4.0: il digitale attrae le aziende varesine

«Sa che le dico? Impresa 4.0 per noi non è affatto solo una sigla, bensì qualcosa di molto concreto, che sta cambiando in profondità la vita aziendale».
Non ha dubbi Gaspare Amoroso, responsabile divisione industriale della Sandro Mentasti Srl di Varese, uno degli operatori economici presenti mercoledì 23 maggio, in occasione del seminario “L’impatto del digitale per il mondo dell’impresa”, organizzato dal Punto Impresa Digitale (Camera di Commercio di Varese) e dai Digital Innovation Hub delle associazioni di categoria (Faberlab per Confartigianato Imprese Varese).

 
«Beh, il tema è uno di quelli chiave per il successo aziendale – continua Gaspare Amoroso –. La digitalizzazione è un processo imprescindibile: oggi, infatti, fare un prodotto vuol dire coglierlo dall’esigenza del mercato, interagendo col pubblico di riferimento anche attraverso i social media, e trasformarlo in qualcosa di ancor più bello ed efficiente di quello che il cliente si aspetta. E questo che cos’è, se non Impresa 4.0?».

Nel corso della mattinata, dopo un’apertura affidata alla Camera di Commercio di Varese, si sono  approfondite le caratteristiche e obiettivi del Digital Innovation Hub Faberlab di Confartigianato Imprese Varese attraverso l’intervento di Angelo Bongio.
 

A seguire, l’esperto di comunicazione web e media digitali Roberto Fuso Nerini ha affrontato il tema “L’impatto digitale per il mondo dell’impresa” a cominciare dalle fondamenta: cosa intendiamo per digitale (terminologia e principali caratteristiche); lo scenario digitale (numeri, fenomeni, caratteristiche); i trend sociali, cultuali, tecnologici e di mercato.
Nel corso dell’evento è emerso che sul  fronte della produzione , insomma, la percezione della necessità del cambiamento del digitale è già qualcosa di presente in molte fra le aziende varesine.

In tema di servizi, invece, com’è la situazione?
«Guardi, noi siamo qui proprio per imparare, siamo in una fase di elaborazione di processo e la partecipazione a questi seminari ci è particolarmente utile. Siamo convinti della necessità di implementare la digitalizzazione nel nostro percorso operativo e vogliamo farlo al meglio» spiega Laura Bianchi, della cooperativa Fenice Onlus che, dalla sua sede di Gallarate, si occupa di servizi alle persone, in particolare della terza età.
«L’anziano ha dei bisogni lungo tutto l’arco della giornata, ma il personale non può essere fisicamente a contatto con l’utente per ventiquattr’ore di fila. Abbiamo degli ausili meccanici, ma anche questi non bastano. Vogliamo integrare la tecnologia per soddisfare al meglio i bisogni degli anziani. La digitalizzazione è una bella sfida, che dobbiamo vincere!».
Semprein tema di servizi, ma questa volte sul versante dell’azienda manifatturiera, interviene anche Annalisa Mentasti: «Noi operiamo nella componentistica della motocicletta – ci dice lei che è uno dei promotori del progetto Varese Terra di Moto, supportato dalla Camera di Commercio –. Oltre che sul fronte strettamente produttivo, la digitalizzazione è per noi una realtà anche nell’after market. Qui significa avere l’opportunità di creare un’interfaccia efficiente ed efficace tra il settore produttivo, che ci mette a disposizione i beni, e la realtà esterna all’azienda cui ci rivolgiamo: rivenditori, ma anche clienti finali. Il seminario cui partecipo alle Ville Ponti mi sta offrendo l’occasione di capire come integrare in modo opportuno queste tecnologie abilitanti con i processi che sono in atto a livello globale. Entrano allora in gioco i social, con tutta l’analisi del mercato che ci permettono di condurre. Grazie a Facebook e Istagram è possibile stabilire relazioni quasi personali con un gran massa di interlocutori. Un vantaggio non da poco rispetto soltanto a qualche anno fa!».
Un riscontro del forte interesse viene dunque dalle nostre pmi.
«Certo, siamo soddisfatti dell’attenzione con cui le imprese varesine hanno guardato a questo primo seminario – spiega Anna Deligios, dirigente della Camera di Commercio –. Del resto, l’obiettivo che il Ministero ha assegnato alle stesse Camere di Commercio è proprio quello di diffondere la cultura digitale tra le pmi. Per questo, stiamo già preparando il secondo appuntamento del ciclo: l’incontro è in programma per mercoledì 6 giugno, sempre alle Ville Ponti, e sarà dedicato ai “Modelli di business per l’impresa 4.0”».