Maker Faire Europe 2016: si va di nuovo a Roma!

Maker Faire Europe 2016: si va di nuovo a Roma!

Dal 14 al 16 ottobre 2016 torna Maker Faire Rome – The European Edition.

Maker Faire è il più importante spettacolo al mondo sull’innovazione. Ci stiamo organizzando per andarci tutti insieme: chi fosse interessato non ha che da scriverci a info@faberlab.org

Il più vasto evento europeo sull’innovazione, alla sua IV edizione, si svolgerà in una location più grande scelta  per rendere la manifestazione più fruibile ai visitatori: la Fiera di Roma.

La IV edizione di Maker Faire Rome si svolgerà dal 14 al 16 ottobre 2016 presso la Fiera di Roma.

600x400_en-1-e1466667985698

Saranno a disposizione oltre 100.000 mq per consentire ai maker di esporre i propri progetti, conferenze, workshop e light talk.

Domotica, ri-uso, droni e robot, stampa 3D, manifattura digitale, industria 4.0, internet delle cose, tecnologia applicata ai mezzi di trasporto, alla cucina, alla moda, alla musica.

Questi sono alcuni dei temi che Maker Faire Rome 2016 vuole rappresentare, far conoscere e sperimentare al pubblico.

Temi affrontati sotto forma di progetti/prototipi, workshop, conferenze, spettacoli e performance per dare vita al più grande e riconosciuto evento europeo sull’innovazione alla portata di tutti, anche dei più piccoli.

Per il programma nel dettaglio cliccare qui! 

Si inizia la mattina di venerdì 14 ottobre con l’Educational Day e l’Opening Conference. Al 20 settembre, per l’Educational Day, la mattinata gratuita dedicata alle scolaresche dalle 9 alle 13, si sono già registrati da tutt’Italia oltre 15mila studenti di scuole elementari, medie e superiori. Si prosegue, dalle 10.30 anche in live streaming, con l’Opening Conference – The Future of Everything. Il pomeriggio, dalle 14, “Maker Faire Rome – The European Edition” si apre al grande pubblico fino a domenica 16 ottobre. Da segnalare, sabato 15 ottobre, come si diceva, la cerimonia di premiazione del R.O.M.E. Prize, il premio da 100mila euro lordi che andrà al miglior progetto maker europeo con il più alto impatto sociale. Il R.O.M.E. Prize è una novità assoluta, tra le Maker Faire, a livello mondiale.

mascotte2

Maker Faire Rome, edizione europea di Maker Faire, è organizzata da Innova Camera, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma per l’Innovazione (già Asset Camera)  la cui la mission è mettere la città di Roma al centro del dibattito sull’innovazione, attraverso la diffusione della cultura digitale e lo sviluppo dell’imprenditorialità individuale e collettiva, propria del DNA del “movimento maker”.

È un evento che unisce scienza, fantascienza, tecnologia, divertimento e business dando vita a qualcosa di completamente nuovo.

Maker Faire Rome è una manifestazione nata per soddisfare un pubblico di curiosi di tutte le età che vuole conoscere da vicino e sperimentare le invenzioni create dai makers. Idee che nascono dalla voglia di risolvere piccoli e grandi problemi della vita di tutti i giorni, o anche solo divertire e intrattenere. È un evento pensato per accendere i riflettori su centinaia di idee e progetti provenienti da tutto il mondo in grado di catapultare i visitatori nel futuro.

Non solo una fiera per addetti ai lavori, quindi, a Maker Faire Rome si possono trovare invenzioni in campo scientifico e tecnologico, biomedicale, manifattura digitale, internet delle cose, alimentazione, clima, automazione e anche nuove forme di arte, spettacolo, musica e artigianato.

Sei padiglioni, 100 mila metri quadrati, 55 mila metri quadrati di superficie espositiva coperta, 700 progetti (selezionati tra i 1500 raccolti nelle call), un R.O.M.E. prize da 100 mila euro. Questi i primissimi numeri della quarta edizione della Maker Faire Rome – European Edition, presentata nel corso della Giornata Nazionale dell’Innovazione (con la consegna del Premio dei Premi da parte del presidente della Repubblica) e il giorno prima della presentazione del Piano Italia 4.0. Nel dettaglio, l’appuntamento è alla Nuova Fiera di Roma, dal 14 al 16 ottobre. Dopo il debutto al Palazzo dei Congressi (30 mila presenti), l’Auditorium – Parco della Musica l’anno successivo (90 mila visitatori), la terza tappa all’Università La Sapienza (100 mila biglietti staccati), è il momento della Nuova Fiera di Roma.

«Con 40 Paesi presenti sarà l’edizione più internazionale, ma anche quella più divertente per i bambini – ha affermato Riccardo Luna, il curatore dell’evento – una fiera dove non solo si guarda ma si fa». Già, la Nuova Fiera di Roma. Una scommessa? Per Riccardo Luna ci saranno a disposizione «stanzoni molto grandi» con meno problemi di spazio rispetto alle scorse edizioni. «Il venerdì mattina sarà sempre una grande emozione vedere gli studenti “invadere” gli spazi della Fiera». Della Nuova Fiera di Roma come di «strumento a disposizione della città» e di «struttura che ha senso solo se messa al servizio dell’economia della città» ha dichiarato Lorenzo Tagliavanti, Presidente della Camera di Commercio di Roma, che ha promosso la Maker Faire Rome con l’organizzazione dalla sua Azienda speciale Innova Camera. «Maker Faire Rome è diventata il punto di riferimento per l’innovazione. Ma non è più la manifestazione degli innovatori, è di tutti. Anche dei bambini. E delle imprese, grandi e piccole».

Il cibo del futuro

Maker Faire Rome offrirà al pubblico eventi, conferenze, laboratori e workshop tutti dedicati al cibo. Ci sarà anche “OffiCucina”, spazio ibrido tra una cucina e un’officina, in cui saranno organizzati showcase a ciclo continuo con il coinvolgimento di 15 talenti internazionali. L’area food sarà animata da serre, robotica, cibi del futuro, alghe, sensori, stampanti 3D, nuovi utensili e inconsueti oggetti di design. Elementi che contamineranno la Maker Faire dando vita, ra innovazione e tradizione, a vere e proprie collisioni tra tecnologia e alimenti. I visitatori dal palato più curioso potranno assaggiare il cibo del futuro cucinato in modo alternativo e rivoluzionario al “Food Tech Jungle”, il ristorante del futuro.