European Maker Week: bracci robotici, case domotiche e quadricotteri coi ragazzi del Marie Curie

European Maker Week: bracci robotici, case domotiche e quadricotteri coi ragazzi del Marie Curie

 

Al Faberlab i progetti “europei” del Marie Curie

European Maker Week, il grande evento che fa conoscere i progetti dei maker al pubblico, anche al Faberlab, martedì 31 maggio a partire dalle ore 14,00. 

maker_week

Minirover, bracci robotici, case domotiche, quadricotteri, console pilotate dai gesti manuali: sono questi i progetti che i dodici ragazzi delle classi Terze del Liceo Scientifico “Marie Curie” di Tradate presenteranno, martedì 31 marzo, dalle ore 14 alle 17  nei nostri spazi.

L’evento è inserito nel folto calendario – più di 500 eventi – della European Maker Week inaugurata il 29 maggio e che si chiuderà il 5 giugno.

L’European Maker Week, voluta dalla Commissione Europea, da StartUp Europe e da Maker Faire Rome, ha come obiettivo quello di diffondere la cultura maker e l’innovazione nelle scuole e promuovere il digital manufacturing.

Sotto i riflettori il passaggio dal “sapere al saper fare” che si materializza ogni giorno nei Fablab , nei makerspace, negli hackerspace, nelle scuole e nei laboratori delle università e nei centri di ricerca.

I sette progetti del Marie Curie, tutti realizzati con la scheda Genuino e assemblati con pezzi stampati in 3D nel nostro  laboratorio  si inseriscono appieno in questa linea.

“Si tratta di progetti anche abbastanza complicati – dice Gabriele Biucchi, professore di matematica all’Istituto Professionale “Pietro Verri” di Busto Arsizio e animatore dell’Arduino User Group che ogni sabato pomeriggio si riunisce proprio al Faberlab –  Progetti che però rappresentano un primo, importante passo verso quella sperimentazione alla quale è corretto dare spazio all’interno delle nostre scuole. I ragazzi sono entusiasti e la presentazione dei progetti sarà senza dubbio contagiosa: dall’idea al disegno, dalla progettazione alla programmazione tutti si potranno rendere conto di quanto l’innovazione nasca veramente da una continua condivisione di conoscenze ma anche di aspettative”. I progetti dei ragazzi del Marie Curie sono tutti interessanti, ovviamente sono migliorabili, e in un futuro probabilmente si potranno combinare fra loro.

Ricordiamo che la European Maker Week si tiene in tutti i 28 Paesi dell’Unione Europea e attraverso una fitta rete di eventi permette ai maker (con questo termine si intendono anche imprenditori, professionisti, insegnanti, appassionati, studenti) di farsi conoscere al pubblico attraverso la presentazione dei loro progetti.

“Un evento, quello di martedì al Faberlab, che rimarca la nostra attenzione nei confronti del territorio – sottolinea il Presidente di Confartigianato Imprese Varese, Davide Galli. E’ importante essere consapevoli di quanto conti oggi la cultura dell’innovazione, ed è questa consapevolezza a dover essere diffusa non solo tra le imprese. L’educazione alla creatività e alla sperimentazione è l’impegno che Faberlab si è preso sin dalla sua nascita. Ma nello stesso tempo è fondamentale creare ponti tra le istituzioni locali, gli attori del territorio, gli imprenditori e le associazioni di categoria, i media e tutti coloro che credono in una imprenditorialità sociale e inclusiva. Fatta di collaborazioni, di reti e di quella crescita che passa dal confronto e dal trasferimento di esperienze”.